DEDICHE, SU DI NOI|17 aprile 2012 18:10

Grave lutto per la nostra rivista

Si è spenta, ancora in giovane età, Marilena Licandro, sorella del nostro coordinatore editoriale, Giuseppe. Una vita generosa, spesa per l’arte e per la solidarietà sociale

Qualche ora fa, mentre si trovava ricoverata presso gli Ospedali riuniti di Reggio Calabria, è venuta a mancare, a soli 57 anni, Marilena Licandro, sorella del nostro coordinatore editoriale, Giuseppe.

Difficile che una persona sola possa racchiudere in sé tanti talenti e differenti ispirazioni. Marilena era una di queste: musicista e dolcissima insegnante di musica, scrittrice, poetessa e drammaturga ironica e incisiva, pittrice dal segno artistico potente e, in alcune espressioni, addirittura disperato. Le diverse modalità del suo animo trovavano espressione nelle muse alle quali si dedicava con tenacia. E spesso con sofferenza. Perché sperimentava sulla propria pelle il fatto che l’arte richiede sottomissione e dedizione assolute e dolorose.

Marilena riteneva che l’arte e la cultura avessero un proprio intrinseco significato solo se fossero di supporto alla socialità e alla solidarietà. Da questa concezione aveva derivato un attivismo frenetico per la diffusione della cultura – in particolare nel contesto della tradizione calabrese – il che l’aveva fatta divenire un insostituibile punto di riferimento nel panorama associazionistico e intellettuale del territorio reggino. Le stimmate che l’avevano tormentata negli ultimi decenni della sua vita non erano riuscite a ostacolarla; al contrario, le avevano dato un ulteriore incentivo nell’impegno a favore di chi soffre. Sarebbe superfluo citare i tanti ruoli assunti e interpretati con encomio nel campo della solidarietà. Uno fra tutti: quello di presidente dell’Associazione calabra malati reumatici (Acmar).

Chi l’ha conosciuta la ricorderà sempre appunto per le sue doti di attivismo, di altruismo, di attenzione nei confronti dei deboli, tra cui gli animali, di vivacità, che la spingeva spesso a intraprendere difficili imprese. Indimenticabili il suo coraggio e la sua intraprendenza, anche controcorrente e anticonformista.

La redazione di LucidaMente abbraccia con affetto e commozione Giuseppe e tutta la famiglia di Marilena.

Le immagini: Marilena Licandro e la sua interpretazione pittorica Percezione fulminea.

(v.v.)

(LucidaMente, 17 aprile 2012)

Print Friendly