CITAZIONI, LIBRI|17 giugno 2012 11:37

«Siamo / mare / e conchiglia: / espansione / d’infinito»

Quattro liriche tratte da “In sé basta l’amore” (Città del Sole edizioni) di Cristiana Gagliardi

Versi brevi, lessico colto, originale musicalità, simboli, sinestesie; sul piano delle forme. La natura e la vita colte nel loro divenire sempre mutevole e inarrestabile, nel loro movimento danzante, nel tentativo di rivelarne qualche mistero, il contrasto materia-spiritualità; sul piano delle tematiche. Questa, in sintesi, la cifra poetica di In sé basta l’amore (Prefazione di Rino Tripodi, Città del Sole Edizioni, pp. 260, € 16,00) di Cristiana Gagliardi. Si tratta della seconda silloge (la prima è stata Col cuore in mano, edita da Cle-gruppo Rubbettino) della giovanissima poetessa calabrese, nata a Soveria Mannelli nel 1988 e residente a Roma. Tratte da In sé basta l’amore, proponiamo al lettore quattro liriche.

 
Fluire
Come l’onda
spumeggia
fra rivoli
d’acqua,
costretta
da brezze
ad andare
e venire;
m’abbandono
esule,
vagabonda
al lento
fluire
di nuove
vite.
 
Vivi
Godi
la vita.
Essa
spira
vento,
brilla fra
le argentee
squame
dei pesci,
colora
uccelli
dalle morbide
piume,
giorni
dipinge
sulla tela
del creato,
vibra
l’aria
di note
stridenti,
anima
scuote per
il concerto
degl’infiniti
misteri
divini.
 
Il mare e la conchiglia
Siamo
mare
e conchiglia:
espansione
d’infinito,
scrigno
d’intimità.
Emersi
dal vorace
sale,
rechiam
in noi
mistero
azzurro,
che risuona
concavo
nell’anima.
Come grigio
rovello,
frangiam
brevi
ore,
simili
tramonti,
allo scoglio
della vita.
Schiude
la romba,
sferzando
sul volto,
eterno
pensiero.
 
Notti immense
Il lattescente
brulichìo
delle vivide
stelle
rischiara
d’ora
in ora
la nera
azzurrità.
Coll’aspro
effluvio
dei cedri
verdicanti
sale
malinconica
dolcezza.
A queste
notti
immense
rubo
l’ispirazione,
soffice
aura,
per soccomber
del silenzio
spietato
languore.
Solo
alma
sia inno
che vola via,
là dove
luce
esilia
ogni

tristezza.

Per leggere la Prefazione alla silloge (Le infinite gocce musicali di Cristiana Gagliardi, di Rino Tripodi), clicca qui.

Le immagini: le copertine delle due raccolte poetiche di Cristiana Gagliardi.

Katia Grancara

(LucidaMente, anno VII, n. 78, giugno 2012)

Print Friendly
Tag:, , , ,
  • Share this post:
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg

No Comments