ATTACCO FRONTALE, DALL'ITALIA, INTERVENTI|8 ottobre 2012 22:46

La Chiesa pagherà mai l’Imu?

Duro intervento di Nencini (Psi) sul parere del Consiglio di Stato. Ma non si salvano neanche Monti e Grilli

«Scommettiamo che neppure nel 2013 la Chiesa pagherà l’Imu?» Se lo chiede il segretario nazionale del Partito socialista italiano, Riccardo Nencini, commentando il parere del Consiglio di Stato.

«La bocciatura del decreto attuativo del Tesoro da parte del Consiglio di Stato – prosegue Nencini – rafforza la convinzione che l’Italia continui ad essere un Paese a sovranità limitata. Ci sono materie sulle quali il Parlamento, qualunque sia la maggioranza di governo, non può legiferare liberamente. Dalle leggi che riguardano le libertà civili come le unioni di fatto e il “fine vita”, a quelle che toccano le finanze della Chiesa, come l’Imu, per l’appunto, che costerebbe alla Conferenza episcopale italiana circa 600 milioni di euro. Delle due l’una: o il ministro Grilli, e prima di lui lo stesso professor Monti, non sanno fare il loro lavoro, visto che in otto mesi non sono riusciti a scrivere una norma essenziale per i conti pubblici, oppure il Consiglio di Stato riceve suggerimenti dal Vaticano e li accoglie».

«Per la verità – continua il leader socialista – c’è una terza possibilità, ovvero che la norma sia stata scritta tardi e male a bella posta contando proprio sulla bocciatura. In ogni caso però, questa del governo Monti è la più brutta figura, collettiva e personale, da quando è entrato in carica, soprattutto se si considera il pesante fardello che ha caricato sulle spalle degli italiani per sanare i guasti dell’economia. Ci auguriamo che sia in grado di porvi riparo per sanare una clamorosa ingiustizia a danno dei cittadini italiani o in alternativa – conclude Nencini – proponiamo che chi ha scritto male il decreto attuativo paghi la multa di 10 milioni di euro della Commissione europea».

Alcuni articoli di LucidaMente sui privilegi della Chiesa cattolica in Italia:

La truffa dell’8 per mille
Video 8×1000
“Con 6 miliardi l’anno, l’Italia farebbe miracoli”
Perché (non) dare l’8 per mille (e tutto il resto) alla Chiesa cattolica
Tasse e sacrifici: madonna ministra Fornero piange, la Madonna cattolica mai

Riccardo Nencini: La croce della crisi va portata non solo dai cittadini, ma anche dalla Chiesa cattolica

(m.t.)

(LucidaMente, anno VII, n. 82, ottobre 2012)

Print Friendly