LIBRI|28 ottobre 2012 19:34

Il futuro distopico di Milano

L’esordio fantascientifico di Ivan Libero Lino col romanzo e-book “Acqua” (Edizioni di Karta)

Il mondo è rimasto senz’acqua. Le città sono diventate deserti, il sole brucia la pelle, la razza umana è divisa tra chi vive nel Mondo di Su e chi ha deciso di stabilirsi nella Confederazione Sotterranea. Le fabbriche desalinizzatrici sono la principale fonte di occupazione, l’acqua è stata privatizzata integralmente e gli assalti ai furgoni che la trasportano sono all’ordine del giorno.

In questo futuro distopico, Leo Lamb e il suo inseparabile androide bambino partono per un incredibile viaggio, convinti di poter scoprire una dimensione accessibile solo grazie alla dimenticata teoria delle stringhe. Acqua (e-book, Edizioni di Karta, € 3,49) è il primo romanzo di Ivan Libero Lino, esordiente milanese che con questo stesso testo nel 2008 è arrivato in finale al Premio Urania (Mondadori). Di gradevole lettura, la storia parla di amicizia e di solitudine, di abbandono e di speranza, strizzando l’occhio ai classici della fantascienza, come Philip K. Dick, e ai meno classici, come Ken Grimwood.

Ambientato in una Milano futuribile, il romanzo gioca tanto sull’ambivalenza dei rapporti umani quanto sul tema ecologico, snodando l’intreccio a partire dall’amicizia impossibile tra Leo Lamb, il protagonista, e il ragazzo che involontariamente ne ha mandato in coma il padre, Kris D’Achille. Amicizia che cresce e si nutre delle difficoltà da affrontare e delle opportunità da cogliere: dalle lotte sociali alle missioni Ichtys, intrise di un cristianesimo irriconoscibile, fino alle storie d’amore e di perdita che segnano il rapporto tra i due come una crepa in uno specchio. L’immagine passa, viene riflessa, ma deformata. Ed è proprio il contesto deforme del futuro distopico che guida il lettore attraverso il senso più profondo del romanzo, che di pagina in pagina acquista forza e si palesa nella perdita quanto nella speranza ineluttabile.

Primo romanzo, ma non prima uscita editoriale per l’autore, che ha già pubblicato un racconto nell’antologia Nyx. Racconti della notte (Arkadia Editore, Collana Microteca 1), tra i cui autori figurano esponenti di spicco del panorama letterario italiano, come Michela Murgia, Sandrone Dazieri, Errico Buonanno e Gianluca Floris, passando per Marcello Fois. L’e-book, grazie al linguaggio fresco e a una storia coinvolgente, rappresenta un valido suggerimento per gli appassionati del genere fantascientifico. Ma non solo.

Le immagini: la surreale copertina del libro e l’autore al pc in biblioteca.

Emanuela Susmel

(LucidaMente, anno VII, n. 83, novembre 2012)

Print Friendly