Scuola per redattore di casa editrice (Roma e Cosenza-Rende, marzo-maggio 2015)

A cura di Bottega editoriale, articolate su due sedi, venti lezioni intensive teorico-pratiche (con versione pure on line) per chi vuole lavorare nel mondo dell’editoria. Termine iscrizioni: 22 febbraio. Inizio della didattica il 9 marzo: 60 ore e 20 incontri, fino al 25 maggio. “Visite guidate” alle case editrici

Un’iniziativa, per acquisire e consolidare abilità professionali in campo editoriale, si articolerà a Roma e a Rende (presso Cosenza). Parliamo della decima edizione della Scuola per diventare redattore di casa editrice che, in 60 ore e 20 incontri, approfondirà gli strumenti cognitivi e tecnici per poter operare con professionalità all’interno delle case editrici, ma anche da free lance.

10-bottega editoriale (2)Logistica della Scuola
Le 20 lezioni-incontro si svolgeranno due volte a settimana, di pomeriggio, dal 9 marzo al 25 maggio 2015, in due strutture parallele: una ubicata a Roma e l’altra a Rende. Alternativamente in una delle due sedi saranno presenti i docenti frontali e nell’altra (collegata in videoconferenza) saranno presenti i tutors.
Al termine del percorso formativo i corsisti potranno usufruire di una serie di “visite guidate” organizzate presso le principali case editrici partners della Scuola.

All’interno del Programma della Scuola – come “visita guidata” – è inserita la possibilità di partecipare al Salone internazionale del libro di Torino che si terrà dal 14 al 18 maggio 2015, uno degli eventi più importanti e prestigiosi del mondo editoriale italiano.

Accesso alla Scuola
I termini di scadenza per la presentazione delle domande sono fissati per il 22 febbraio 2015. Entro tale data dovrà pervenire a Bottega editoriale la domanda di iscrizione completa dei riferimenti personali dell’aspirante corsista (nome, cognome, indirizzo email, riferimento telefonico) e comprensiva di una breve descrizione delle esperienze formative – di studio e non – del candidato e delle sue spinte motivazionali alla partecipazione.
Per maggiori informazioni basta inviare un’email all’indirizzo: info@bottegaeditoriale.it. Per iscriversi è possibile usare l’apposito modulo o inviare una normale email all’indirizzo: info@bottegaeditoriale.it.
Lo staff di Bottega editoriale, entro massimo 24 ore, si impegna a fornire una risposta sull’accettazione o meno delle candidature ricevute.
Le domande possono essere inviate da subito implicando automaticamente l’accettazione del Bando della Scuola e l’autorizzazione all’utilizzo dei dati personali ai sensi della legge sulla privacy.
Ai potenziali corsisti interessati, che manderanno la email di iscrizione, lo staff di Bottega suggerisce di controllare la loro casella Spam visto che, a causa dei numerosi dati informatici contenuti nelle email stesse, è stata segnalata in alcuni casi una possibilità di questo tipo.
La Scuola è prevista per un numero di 20 partecipanti per ciascuna delle due sedi. Tenuto conto di questo, verranno ammessi, per ogni sede, solo i primi 20 candidati che avranno perfezionato l’iscrizione.
L’importo complessivo per la partecipazione alla Scuola è di € 770, da versare in tre soluzioni di pagamento: un impegno iniziale di € 110 al momento dell’iscrizione e due rate poi successivamente. Ai costi indicati andrà aggiunta l’iva vigente al momento del versamento.

Le iscrizioni collettive usufruiranno di sconti. Due iscrizioni associate avranno uno sconto del 10%, mentre tre iscrizioni associate godranno di uno sconto del 20%. Le aziende editoriali e le istituzioni partners che presenteranno la candidatura di propri dipendenti e/o collaboratori potranno godere (o far godere gli interessati) di uno sconto del 30%.

220-libri2Non solo una Scuola frontale: “formula mista” e on line
In caso di difficoltà logistiche da parte del discente, è possibile seguire il corso in “formula mista”. In questo caso il corsista risulterebbe regolarmente iscritto alla “Scuola di redattore di casa editrice” nella sua versione ordinaria, ma potrebbe – ogni qual volta lo desiderasse – seguire “a distanza”, ricevendo il materiale didattico e inviando le esercitazioni via email. Sarà anche possibile, per chi vuole, seguire gli incontri “in diretta” tramite un programma di videoconferenza messo gratuitamente a disposizione dalla Scuola. In particolare, il corsista avrebbe comunque il diritto di partecipare, sempre ove dovesse volerlo, alle Fiere (Roma, Torino, ecc.) e/o di prender parte alle “visite guidate” che saranno effettuate presso le case editrici.
Per tutta la durata della Scuola sarà seguito da un tutor a lui dedicato seguendo i ritmi della Scuola medesima.
È comunque sempre valida anche la formula del Corso on line di redattore di casa editrice. Il corsista che sceglierà di seguire questa variante formativa potrà attivarla in qualsiasi momento e svolgerla a distanza (è sufficiente disporre di una casella email). Anche in questo caso sarà seguito da un tutor a lui dedicato, con i ritmi che lui stesso deciderà in base al tempo che riuscirà a dedicare allo studio e alle esercitazioni pratiche.
Nel caso che parti del corso on line si svolgessero in contemporanea, con un analogo corso frontale sarà possibile, per il corsista on line, frequentare (se vorrà) una o più lezioni frontali senza costi aggiuntivi.
Lo stesso vale per le partecipazioni alle Fiere del libro o alle “visite guidate” presso le case editrici.

Entrambe le varianti sono equipollenti come contenuti alla Scuola in modalità ordinaria e anche i costi sono gli stessi. In ambedue i casi è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione al termine del corso.

Titoli di accesso alla Scuola
L’aspirante corsista dovrà avere un titolo di diploma di laurea già acquisito o in via di acquisizione, in ambito umanistico oppure tecnico-scientifico.

Tuttavia quello del redattore editoriale è un mestiere che esula dalla sola formazione di tipo scolastico ed è per questo motivo che sarà possibile accedere alla Scuola anche in base alla sola valutazione della cultura professionale equivalente, risultante dal curriculum vitae o da altra valida documentazione.

30-fulviomazza[1]I docenti della Scuola
I docenti saranno direttori di collane librarie, professori universitari, editori, redattori di opere librarie, riviste e saggi, e direttori e responsabili di redazione di testate giornalistico/culturali. Inoltre, saranno presenti tutors che, affiancando tali docenti, seguiranno direttamente i corsisti nelle esercitazioni e, più in generale, nei diversi settori didattico-organizzativi previsti dalla programmazione.
A ciascun corsista sarà consegnato in dotazione, all’inizio della Scuola, un “corredo” consistente in una cartella contenente libri specialistici sulle attività redazionali editoriali e altro materiale didattico e di cancelleria necessario per sostenere il corso, nonché materiale illustrativo relativo ai partners della Scuola.

Al termine di ogni lezione verranno inoltre fornite le dispense e/o il diverso materiale che occorrerà per seguire adeguatamente la lezione successiva.

I partners della Scuola
Nelle precedenti edizioni la Scuola ha annoverato tra le collaborazioni istituzioni universitarie, case editrici e diversi altri attori del “mondo-libro”. Trattandosi di edizioni svoltesi nelle regioni Sicilia e Calabria e a Roma, in buona misura i partenariati si sono consolidati con case editrici aventi sede in tali aree geografiche.
Nelle edizioni precedenti hanno aderito a questa iniziativa formativa diverse strutture universitarie; il che, probabilmente, avverrà anche in questa edizione.
Tra le case editrici che negli anni scorsi hanno accettato di essere partners e/o di ospitare le “visite guidate” della Scuola, ricordiamo: Armando editore, Città del Sole edizioni, Coccolebooks, Csa, Dino Audino editore, Dissensi, Editoriale Progetto 2000, Edizioni associate, Falco, Falzea, Infinito, Laruffa, Meligrana, Mesogea, Pancallo, Pellegrini, Rubbettino, Sicania, Sovera, Teomedia. Oltre anche a numerose librerie. Le partnerships sono in via di definizione.

Le “visite guidate” sono facoltative e l’eventuale mancata partecipazione a una o più di esse non inciderà sul calcolo delle assenze.

Crediti universitari
L’intera Scuola potrà essere riconosciuta in termini di crediti universitari (Cfu).
Ogni ateneo, in base ai propri criteri, stabilirà in che numero assegnarli. Negli anni precedenti sono stati riconosciuti da un minimo di 3 ad un massimo di 10 Cfu.

Sulla base di ciò, si ritiene che anche in quest’edizione verrà attribuito dai vari atenei un congruo numero di crediti.

Libri in bibliotecaDopo la Scuola: stages e lavoro
A tutti i corsisti che non abbiano superato un numero di assenze pari al 20% degli incontri, con partecipazione frontale o in videoconferenza, al termine della Scuola sarà rilasciato un attestato di partecipazione valido ai fini curriculari. Le assenze potranno essere eventualmente recuperate con modalità da stabilire concordemente. Il conteggio delle assenze non si applica, ovviamente, a coloro che hanno optato per la “formula mista” o on line.
I corsisti saranno privilegiati nella possibilità di accedere agli stages, da svolgere all’interno della struttura di Bottega editoriale e/o all’esterno presso i partners della Scuola.
Ai più meritevoli verrà offerta l’immediata possibilità di lavorare nel comparto di Agenzia letteraria nella realizzazione dei libri che Bottega editoriale pubblica con le case editrici con le quali è in maggior contatto (Aracne, Armando, Città del Sole, Franco Angeli, La Vita felice, Rubbettino, Sovera, ecc.). Obiettivo specifico di Bottega editoriale è anche selezionare giovani professionisti di Roma (e dei dintorni!) per potenziare la propria sede nella Capitale, già attiva in Via Cencelli, 63 (zona Casilina).
Minore spazio lavorativo, ma non del tutto trascurabile, è invece quello relativo alla possibile collaborazione con Bottega editoriale nell’ambito delle sue due riviste mensili on line di cultura e libri: www.bottegascriptamanent.it e www.bottegaeditoriale.it/direfarescrivere.asp
La vicenda aziendale di Bottega editoriale dimostra che tutti gli editor e i redattori che lavorano per essa sono stati, in precedenza, corsisti delle varie edizioni dei Master editoriali o della Scuola di redattore di casa editrice organizzati dalla stessa Bottega. E che diversi altri corsisti e/o stagisti di Bottega editoriale sono oggi editori o redattori in diverse case editrici o sono loro stessi agenti letterari o imprenditori editoriali in proprio.

In verità: diversi sono divenuti giornalisti o librai o autori di letteratura e di saggistica. Pur non essendo né il giornalismo né l’attività libraria né quella autorale fra gli obiettivi precipui della Scuola, questo è un aspetto che può essere definito come un felice “effetto collaterale”.

Estratto del Programma della Scuola
Il primo modulo è dedicato al mercato editoriale. Argomenti principali saranno: la redazione di una casa editrice, la creazione di un libro, il “conflitto collaborativo” tra redattore e autore e l’attività di editing.
Il secondo modulo afferisce all’agenzia letteraria, alla sua strutturazione e ai suoi compiti, e alla descrizione della scheda di valutazione. Argomenti trattati saranno: i diversi stili e criteri di scrittura, il diritto d’autore e i contratti di edizione.
Il terzo modulo riguarda la redazione delle riviste, il giornalismo culturale, l’ufficio stampa, il “lancio” editoriale dei libri e la pubblicità.
Il quarto modulo si relaziona al Paratesto nei libri e, quindi, riguarda le titolazioni, l’aspetto grafico della copertina, la distribuzione del libro e l’analisi delle concrete prospettive occupazionali nel comparto dell’editoria nazionale.
Ciascuno dei quattro moduli consta di 15 ore.

Per quanto riguarda le “visite guidate” nelle sedi delle case editrici partners della Scuola o nelle altre istituzioni, esse costituiscono un modulo opzionale ulteriore.

Per il programma in dettaglio della Scuola: www.scuoladiredattore.it.

(m.d.z.)

(LucidaMente, anno X, n. 109, gennaio 2015)

Print Friendly