LIBRI|6 luglio 2015 00:49

«Camminarono / in gallerie di vento»

Delicato lirismo, religiosità, amore, nella silloge poetica “Gorghi d’infinito” (inEdition editrice) di Agostino Secondino

Come ha scritto il nostro direttore, Rino Tripodi: «Agostino Secondino non finisce di sorprenderci. Nel suo nuovo libro si dedica alla poesia, alla lirica, intarsiando un soave mosaico di vite, seguite nei loro palpiti e sospiri. Sentimenti soffusi, decisivi passaggi della vita, paesaggi morbidi, simboli spirituali, afflati religiosi. Il tutto raffigurato con una delicatezza e una sensibilità che rendono la silloge un piccolo gioiello. Onde di luce adamantina, nostalgici arpeggi, controcanti malinconici, insondabili stupefazioni attraversano Gorghi d’infinito, rappresentando così la straripante musica dell’esistenza e dell’umanità».

Di tale silloge poetica (Gorghi d’infinito, in Edition editrice, pp. 134, € 10,00) proponiamo di seguito ai lettori tre incantevoli liriche.

SECONDINO.Gorghi D'Infinito copertinaLa notte dei tempi

La notte dei tempi
non si fermò
sui loro occhi fulgidi.
Camminarono
in gallerie di vento,
oltre i sipari della luna,
tra cale e spelonche
di mari sconosciuti,
in terre emerse
di nuovi orizzonti,
in albe profumate
da verdi colline,
in sconfinate sfere
di solitudine,
che separavano
i rami dal cielo,
ove spensero
lanterne di memoria.
Sul davanzale
d’una nuova alba,
salirono

i gradini dell’amore.

Due ali

Un soffio leggero,
quando tutto tace,
invade i loro cuori.
Un fuoco rovente
brucia le anime,
nell’eterno fluire.
Aprono gli occhi,
nell’azzurro
del cielo
vedono due ali
che s’intrecciano,
incrociano vulcani
e, spediti,
s’incamminano

verso l’infinito.

Secondino OKCercano silenzi

Al pallido
raggio
di luna,
oltre i campi
che allungano
ombre,
cercano
silenzi
negli arcani
misteri,
tra immagini
celesti
e paradisi

perduti.

(da Agostino Secondino, Gorghi d’infinito, inEdition editrice, Rocca San Giovanni, 2015)

Per sapere di più su altri libri dello stesso autore:
La divina bellezza del silenzio
«Dio è silenzio… e soltanto nel silenzio si può sentire»
«Ho incontrato il mio doppio?»;
“Un percorso mistico” tra paesaggi e sogni;

«Come diamanti nella notte oscura».

Le immagini: la copertina del libro e il suo autore.

(a.c.)

(LucidaMente, anno X, n. 115, luglio 2015)

Print Friendly
Tag:, , , , ,
  • Share this post:
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg