Investire in oro: quali sono le forme migliori?

Come orientarsi tra Etf, Etc, opzioni, future, azioni, lingotti, monete…

In questo particolare periodo storico, caratterizzato da una crisi economica senza precedenti, i risparmiatori tendono a cercare fonti di investimento sicure e affidabili così da non buttare il proprio denaro al vento. Una di queste fonti è sicuramente l’oro, noto metallo prezioso la cui valutazione in Borsa è quasi sempre in crescita. Investire su questo materiale non è semplice. Per poter garantire una certa sicurezza è necessario farlo attraverso determinati strumenti finanziari o con l’acquisto di oro fisico, sotto varie forme.

L4-oro[1]a prima forma d’investimento da considerare è sicuramente quella che utilizza gli Etf e gli Etc (Exchange Traded Fund ed Exchange Traded Commodities). Mediante l’acquisto di questi particolari strumenti si farà in modo che i guadagni verranno determinati in base all’andamento del prezzo dell’oro sul mercato. Ciò può accadere solamente perché gli Etf e gli Etc assumono lo stesso valore del metallo prezioso, replicandone anche l’andamento. È bene considerare anche il fatto che l’oro è quotato in borsa con il dollaro come valuta, quindi i guadagni saranno determinati anche dai cambi da una valuta all’altra.

Altra forma di investimento molto importante sono le opzioni e i future. Questi prodotti finanziari vengono definiti derivati, perché il loro valore è determinato dall’entità finanziaria chiamata sottostante, ossia il bene su cui si costituisce uno di questi contratti. Perciò, come si può facilmente intuire, le opzioni e i future possono replicare l’andamento e il valore dell’oro, offrendo anche la possibilità di poter guadagnare maggiormente utilizzando le leve finanziarie, però aumentano i rischi di perdita di denaro. Per questo esse andrebbero adottate solamente da persone esperte del settore, che conoscono tutti i rischi determinati da una scelta sbagliata.

4-oro-740x494[1]Potrebbe rivelarsi una fonte d’investimento sicura e ottima per gli investitori anche l’acquisto di azioni. Naturalmente, nel mondo finanziario non esistono azioni riguardanti l’oro, ma è possibile acquistarne alcune appartenenti alle varie società che si occupano dell’estrazione di questo minerale. Tale tipologia d’investimento viene definita indiretta, dal momento che si investe su un particolare tipo di bene senza esporsi a rischi; i guadagni derivati non verranno solamente dall’andamento del metallo prezioso all’interno della Borsa, ma anche da altri parametri, come la quotazione della società di cui si acquistano le azioni.

Infine, una delle fonti di investimento migliori per quanto concerne l’oro è sicuramente l’acquisto di oro fisico, reperibile in forma di lingotto o in monete. Ovviamente, quando si fa questo tipo di scelta, si cerca di acquistare oro che abbia una purezza molto elevata, intorno ai 999,9 millesimi. Nel mercato, come sicuramente molti sapranno, vi sono diversi oggetti realizzati con questo metallo, ma non tutti risultano essere un buon investimento; infatti, soventemente, tali articoli risultano essere composti da oro insieme a leghe e altri metalli, cosa che inquina la purezza del metallo prezioso. Perciò, durante la fase di acquisto, è bene fare molta attenzione a questi particolari; che possono rivelarsi poi molto importanti.

Carmela Carnevale

(LucidaMente, anno XII, n. 133, gennaio 2017)

Print Friendly
Tag:, , , , , , , ,
  • Share this post:
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg