Unghie fragili: come risolvere un fastidioso problema

Curare l’alimentazione, anche con integratori, per riacquistare salute e bellezza

Le unghie, così come la nostra pelle, sono spesso lo specchio della salute del nostro organismo: ciò significa che, quando si presentano opache e fragili, probabilmente sono il risultato di un problema fisico che si nasconde nel nostro corpo, e che si riflette all’esterno proprio in questo modo. Ma le unghie fragili possono anche diventare un freno psicologico per la nostra autostima, in quanto presentarsi agli altri – ma anche sul posto di lavoro – con le unghie in cattive condizioni potrebbe condizionarci e farci chiudere in noi stessi. Ecco perché vedremo come risolvere il fastidioso problema delle unghie fragili.

101-unghie-fragili-mano-femminile-unghieUnghie fragili: sintomi, tipologie e cause – Le unghie fragili hanno una sintomatologia abbastanza netta, in quanto si presentano spesso in cattiva salute, con gli strati che si spezzano e con una tendenza innaturale all’esfoliazione. Oltre a presentarsi più rigide del normale, l’estetica ne risente anche ad altri livelli, secondo la tipologia di unghia fragile: ad esempio, quelle con striature chiare sono spesso il risultato della mancanza di vitamina B, mentre le macchie biancastre denotano la carenza di proteine. Le striature, in base alla direzione, potrebbero anche indicare carenze di calcio, mentre nel caso di unghie spesse e non uniformi, probabilmente si tratta di psoriasi o di micosi o, in alcuni casi, di problemi al fegato. Ma quali sono le cause? Oltre alle carenze di vitamine e di altri alimenti, anche le disfunzioni ormonali e tiroidee possono indebolire le unghie, così come le allergie e abitudini negative come l’onicofagia e lo stress causato da abuso di manicure.

Quali sono i rimedi alle unghie fragili? – Dato che spesso la causa che si cela dietro alle unghie fragili è riconducibile a una o più carenze alimentari, ecco che gli integratori diventano un supporto molto importante per risolvere queste tipologie di cause: gli integratori alimentari di Bioscalin aiutano anche a risolvere il problema delle unghie opache, e si dimostrano molto efficaci per contrastare la debolezza ungueale. Questo premettendo che anche la natura non manca di fornire soluzioni alle unghie fragili: nello specifico, le misture fatte in casa possono aiutare a nutrire le unghie e a farle diventare più forti. Come nel caso del mix di limone e olio d’oliva, ma anche di tinture a base di yogurt, avocado e burro di karité, quest’ultimo eccezionale anche nel caso della micosi alle unghie.

101-mano-femminile-unghie-ditaCurare le unghie fragili con l’alimentazione – Quando si parla di unghie fragili, da qualsiasi prospettiva le si guardi, l’alimentazione gioca un ruolo primario. Ma quale dieta si rivela la migliore per curare le unghie deboli? Ad esempio, la carne è un alimento chiave, in quanto si presenta ricca di minerali quali ferro e zinco. Anche il pesce azzurro e i crostacei sono alimenti perfetti per chi soffre di unghie deboli, perché contengono rispettivamente acidi grassi Omega 3 e molibdeno, un minerale responsabile della produzione organica di cheratina. Inoltre, cereali e verdure (come i broccoli) sono perfetti per integrare il silicio, mentre la frutta è una grande fonte di vitamine. Infine, aglio e cipolle, per via del grande quantitativo di zolfo.

Carmela Carnevale

(LucidaMente, anno XII, n. 138, giugno 2017)

 

Print Friendly