Amatrice riparte dal Liceo sportivo internazionale

L’avvio di un corso di studi innovativo nel cuore del territorio martoriato dal sisma del 2016. Un progetto pilota che restituisce dignità a un popolo offeso e attrae studenti di tutte le nazionalità

Amatrice ricomincia dagli uomini di domani; più specificamente, dalla loro istruzione. Nell’anno scolastico 2017-2018 ha infatti aperto i battenti il primo Liceo scientifico a indirizzo sportivo e internazionale. Il nome attribuito al nuovo istituto superiore della cittadina in provincia di Rieti è emblematico: “24 agosto”, spartiacque tra la vita ante e post terremoto e data in cui il paese è dovuto ripartire da zero.

11-liceo-24-agosto-amatrice-logoIl nuovo Liceo rappresenta la prima sperimentazione in Italia di una scuola fatta per sviluppare didatticamente tutte le discipline sportive. I dati relativi agli iscritti parlano chiaro: dei 31 totali, 10 sono di Amatrice, 4-5 provengono dalle province di Rieti e di Perugia, i restanti da altre parti d’Italia. Questo risultato dimostra che – ancora una volta – lo sport vince sulle difficoltà; tanto che l’auspicio di Maria Rita Pitoni, dirigente scolastico della cittadina del Lazio, è di accogliere anche allievi stranieri. La nuova scuola – il cui corso di studi ha una durata quinquennale – rappresenta un progetto pilota per il Centro-Sud. La sua realizzazione è stata possibile grazie alla solidarietà di persone comuni che hanno fatto donazioni all’Istituto omnicomprensivo “Romolo Capranica” di Amatrice. Gli alunni usufruiranno di un convitto a loro dedicato, ulteriore dimostrazione di salvaguardia dell’istruzione, data la difficile situazione in cui il paese versa a seguito del devastante sisma del 2016.

Gli studenti potranno inoltre godere di una didattica innovativa esclusivamente digitale, nonché fare esperienze all’estero. Il dirigente scolastico ha ringraziato i benefattori, sottolineando che essi esaltano la solidarietà e sviluppano nei ragazzi il senso civico e sociale. Il nuovo percorso scolastico permetteràai diplomati – a seconda dell’opzione scelta – di potersi qualificare come atleti o tecnici sportivi, questi ultimi per seguire gli altri a livello motivazionale e fisico, definendo strategie di gara e schemi innovativi di gioco.Parallelamente alle materie liceali tradizionali, si studieranno due lingue straniere moderne, Diritto, Economia dello sport e Discipline sportive, con l’incremento di un’ora di Scienze motorie.

11-sergio-pirozziIl Liceo scientifico a indirizzo sportivo e internazionale “24 agosto” era stato presentato lo scorso febbraio presso la sede del Miur, con la partecipazione del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, il presidente del Coni Giovanni Malagò e il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. Presenti anche campioni olimpici del calibro di Fabio Basile, Valentina Moscatt, Frank Chamizo e Martina Turco, campione di salto in lungo della società sportiva atletica studentesca di Rieti “Andrea Milardi”. In quell’occasione la Fedeli aveva espresso soddisfazione per il nuovo Liceo che rappresenta, per Amatrice, un motivo di attrattività per studenti italiani e non. Volàno, questo, destinato a migliorare una statistica già incoraggiante: dei circa 369 studenti in città ante sisma ne sono rientrati più o meno 350. Ulteriore incentivo di tale andamento è il risultato di una convenzione firmata tra Miur ed editori: libri scolastici gratuiti, nel corrente e nel prossimo anno scolastico, in 140 comuni delle zone colpite dal terremoto. I requisiti richiesti alle famiglie per poter beneficiare dell’esonero sono l’agibilità della casa e un reddito familiare massimo di 32.000 euro annui.

Alla presentazione del Liceo, Malagò aveva garantito l’installazione in loco di adeguati impianti sportivi. Infine Pirozzi aveva dimostrato il proprio orgoglio per questo corso innovativo, necessario per svecchiare quello tradizionale del Liceo scientifico che, anche ante terremoto, stava contando via via sempre meno iscritti. Concludiamo con una sua affermazione: «Le sfide sono anche per quei ragazzi che verranno là, di vivere, di crescere e di capire che dalle difficoltà poi si possono cogliere delle grandi opportunità».

Le immagini: il logo del nuovo Liceo scientifico a indirizzo sportivo internazionale “24 agosto” e il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi.

Emanuela Susmel

(LucidaMente, anno XII, n. 142, ottobre 2017)

Print Friendly