Rimini contro gli sfratti: si amplia il raggio d’azione dell’agenzia per la locazione

Il servizio istituito dal Comune romagnolo si propone di mediare i rapporti tra proprietario e conduttore, ponendosi a tutela di entrambe le parti. E, dal 2018, rientreranno nei requisiti, oltre a quelli a canone concordato, anche i contratti a canone libero

Negli ultimi anni Rimini ha vissuto una sorta di “crisi abitativa”, che ha colpito esclusivamente il settore delle locazioni: a causa degli alti canoni mensili delle abitazioni private e della scarsità di alloggi pubblici concessi in locazione a prezzi agevolati, sempre più nuclei familiari in difficoltà economiche si sono ritrovati nella sgradevole condizione di non riuscire più a pagare l’affitto mensile. La conseguenza è stata la crescita spropositata del numero degli sfratti annui.

700-6-rimini-arco_di_augusto1 Per questo motivo il Comune di Rimini ha istituito il servizio gratuito dell’Agenzia sociale per la locazione, che, utilizzando le risorse del Fondo per l’accesso alle abitazioni in locazione erogato dalla Regione Emilia-Romagna, ha l’obiettivo di favorire l’incontro della domanda e dell’offerta sul mercato privato della locazione operando a favore di entrambe le parti in gioco. In particolare, il servizio si propone di tutelare il proprietario dell’immobile concesso in locazione in caso di mancato pagamento dell’affitto da parte del conduttore e di sostenere quest’ultimo con l’erogazione di contributi per il pagamento del canone. In questo inizio 2018 l’Amministrazione locale si è già messa in moto per ampliare il raggio d’azione dell’Agenzia, per rendere il suo servizio più fruibile soprattutto per i proprietari: con le modifiche appena approvate dalla giunta comunale, infatti, potranno accedere ai contributi stanziati dall’Agenzia non solo i contratti a canone concordato, come previsto finora, ma anche quelli del libero mercato. Ma procediamo con ordine e vediamo come opera l’Agenzia, in che misura e a favore di chi.

Agenzia sociale per la locazione. Il servizio dell’Agenzia, attivo già dal 2014, è rivolto a tutti i proprietari di immobili edificati sul territorio riminese che intendono concedere in affitto le proprie abitazioni, ma anche e soprattutto ai cittadini residenti o che svolgono attività lavorative nel Comune di Rimini, interessati ad assumere un appartamento in locazione sul territorio comunale. L’Agenzia sociale per la locazione interverrà in favore dei nuclei familiari già individuati dai proprietari e, se il singolo proprietario riterrà di chiedere aiuto all’Agenzia per individuarlo, si produrrà anche nella ricerca di una famiglia col profilo adatto.

700-6-piazza-tre-martiri1Contratti. Con le novità appena introdotte, non sono più solo i contratti a canone concordato a essere oggetto degli aiuti da parte dell’Agenzia, ma anche i contratti a canone libero, ovvero del valore voluto dal proprietario dell’immobile, ma fino a un massimo di:
- € 350,00 per i monolocali;
- € 450,00 per gli appartamenti con 1 sola camera da letto;
- € 550,00 per gli appartamenti con 2 vani adibiti a camera da letto;

- € 650,00 per gli appartamenti con 3 vani adibiti a camera da letto.

Le agevolazioni messe in campo tramite il servizio dell’Agenzia sociale per la locazione sono le seguenti:
Tipologia A): contributo annuale da erogare direttamente al proprietario dell’immobile, per la prima durata contrattuale pari a:
- 6 mensilità di affitto per inquilini con Isee inferiore a € 7.500,00;
- 4 mensilità di affitto per inquilini con Isee compreso fra € 7.500,00 e 10.000,00;
- 3 mensilità di affitto per inquilini con Isee compreso fra € 10.000,00 e 17.154,30.

Tipologia B): in alternativa al contributo di cui sopra, il proprietario può richiedere l’accesso al “Fondo di garanzia” che lo garantirà in caso di mancato pagamento dell’affitto sino a un massimo di 12 mensilità. Unitamente al pagamento delle mensilità non corrisposte dall’inquilino, il proprietario potrà richiedere il rimborso delle spese legali sino a un massimo di 2.000 euro.

700-6-rimini-grand-hotelGiorgia Lisi, assessore alle Politiche sociali del Comune di Rimini, ha così commentato l’operato dell’Agenzia: «Ad oggi sono stati complessivamente 65 le garanzie a tutela del proprietario e i contributi erogati alle famiglie per un importo di circa 350 mila euro. Il contenimento degli affitti mensili ad un prezzo accessibile per le famiglie interessate si dimostra un servizio di aiuto molto importante in un momento difficile. Anche per questo stiamo lavorando per sensibilizzare i tanti proprietari di case sfitte ad usufruire di questa opportunità, è tramite il loro coinvolgimento, infatti, che riusciremo ad aumentare ulteriormente la portata di un servizio che ha tutto il potenziale per continuare a crescere».

Il servizio Agenzia sociale per la locazione opera a Rimini presso l’Ufficio gestione alloggi edilizia pubblica e sociale in via D’Azeglio 13 ed è aperto al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13, martedì dalle 14,30 alle 16,30 (tel. 0541/704721).

sara spimpolo

(LucidaMente, anno XIII, n. 145, gennaio 2018)

Print Friendly