L’amore a portata di app: come le applicazioni di dating stanno cambiando la società

Non più alla ricerca di incontri erotici occasionali, ma dell’anima gemella. Come muoversi al meglio e le tipologie di utenti

Gli opposti si attraggono e si compensano, mai un detto è stato tanto vero. Spesso due persone simili hanno gli stessi bisogni, tuttavia, se nell’immediato questo può favorire la comprensione reciproca, alla lunga verranno alla luce gli stessi limiti e la stessa mancanza di risorse per fronteggiarli. Le differenze rendono la coppia più forte e vivace, per questo molte volte si è attratti da chi è diverso da noi e ormai sempre più frequentemente lo si cerca anche fuori dai contesti quotidiani e online.

405-1-tinder-dating-onlineL’amore ai tempi di Internet: com’è cambiato il modo di conoscersi
Un recente studio dei ricercatori Josué Ortega e Philipp Hergovich, citato anche dal Massachusetts Institute of Technology (Mit), ha evidenziato come le app di dating stiano modificando la società e il modo di conoscersi e instaurare legami sentimentali.
La concezione consumistica degli incontri online ha lasciato posto alla nascita di legami stabili. La tecnologia oggi mette in contatto persone che altrimenti non si sarebbero mai conosciute, perché molte volte è difficile fare nuove conoscenze fuori dalla cerchia abituale di amici, sia offline che sui social network. App come Tinder sono diventate fautrici di un cambiamento sociale diffuso che vede l’incremento di coppie miste, ovvero legami tra persone di etnie differenti, entrate in relazione tramite l’online dating. I dati evidenziano come all’aumento dell’utilizzo delle app di dating sia corrisposto un incremento dei matrimoni misti.

Alla scoperta di Tinder: come funziona l’app regina del dating online
Iniziare è semplice, basta scaricare l’app e accedere con le credenziali Facebook. Il proprio profilo Tinder può essere compilato con informazioni e foto riprese da Facebook o da Instagram, o scelte ad hoc. Esso impostato specificando se si vogliono conoscere uomini, donne o entrambi, la fascia di età e la distanza massima in km. Inizia così il viaggio su Tinder, dove un cuoricino esprime apprezzamento, e un clic sulla X significa passare oltre, verso nuove conquiste. La privacy è massima: non sono diffusi i cognomi e vengono condivisi solo gli interessi comuni.

405-1-incontri-in-reteCome ben sfruttare l’app
Per utilizzare al meglio Tinder bisogna sapere che l’app usa l’algoritmo “Elo”, che propone le persone in base alla distanza, agli interessi comuni e ai cuoricini che si ricevono dagli altri. Inoltre, si può interagire con l’altro nella chat privata solo se i cuoricini, ossia i voti, sono ricambiati.
Per un utilizzo efficace dell’app bisogna curare la bio, con un testo personalizzato e significativo, evitando lungaggini o frasi troppo criptiche e scegliere una propria foto, che sia bella e al contempo veritiera.

Chi sono gli utenti
Nel 2015 Tinder aveva 50 milioni di iscritti e 10 milioni di utenti attivi ogni giorno. Ma vediamo nel dettaglio chi usa le app di dating e perché.
Secondo i dati della Global Web Index, sono soprattutto uomini tra i 25 e i 34 anni, single residenti in città. Inoltre, quasi il 60% degli utenti ritiene che le app di dating online siano ottimi luoghi per conoscere nuove persone e il 53% che siano le opportunità che offrono le migliori possibilità per incontrare la persona giusta.
Ecco, allora, che è proprio il caso di dire che oggi l’anima gemella è a portata di tap; non resta che sfruttare a pieno le possibilità che la tecnologia ci offre ogni giorno.

alessia ruggieri

(LucidaMente, anno XIII, n. 151, luglio 2018)

Print Friendly