Quanto costa un servizio di trasloco? I fattori che incidono e come chiedere un preventivo

Un evento che a molti appare come un incubo può trasformarsi in un’agevole operazione… anche risparmiando. Basta rivolgersi all’impresa più adatta alle nostre esigenze

Traslocare può essere un vero e proprio problema, specialmente se non si ha il tempo materiale per occuparsene in prima persona. Chiedere dei permessi al lavoro o prendersi dei giorni di ferie solamente per compiere questa operazione, che tra l’altro è stressante e noiosa, potrebbe non essere una buona idea.

801.8-tralocoSpesso e volentieri conviene di gran lunga affidare tutto a una ditta specializzata, ma il problema è sempre quello: quanto ci verrebbe a costare un servizio completo? Fortunatamente al giorno d’oggi possiamo scoprirlo in modo semplice e assolutamente non impegnativo. Sono infatti diverse le imprese di traslochi che forniscono preventivi anche online, quindi vale la pena fare un tentativo, visto che non si ha nulla da perdere! Se però volete farvi un’idea di quella che è la media dei prezzi sul mercato, siete capitati nel posto giusto. Oggi parleremo proprio di questo e vedremo quali sono gli aspetti che contano di più quando parliamo di costo trasloco.

Le tariffe per un servizio completo di trasloco variano in base ad alcuni fattori, quindi ancora prima di chiedere un preventivo possiamo farci un’idea di quello che andremmo a spendere. Le variabili che incidono maggiormente sono le seguenti:

  • Quantità di mobili ed oggetti da imballare e trasportare;
  • Distanza tra un’abitazione e l’altra (ossia distanza da compiere per il trasporto);
  • Eventuali materiali particolari o mobili ingombranti da smaltire;
  • Collocazione dell’appartamento ed eventuale necessità di noleggiare una piattaforma aerea.

63-traslocoIn modo particolare, quest’ultimo fattore è molto importante. Se infatti dobbiamo traslocare da un appartamento che si trova all’ultimo piano di una palazzina sprovvista di ascensore, potrebbe essere necessario noleggiare una piattaforma aerea e in tal caso il costo si alzerebbe. Attenzione, però, perché non bisogna fare l’errore di credere che con il fai da te si spenderebbe meno. A dirla tutta, le ditte di traslochi hanno spesso convenzioni con le società di noleggio di attrezzature e alcune hanno addirittura un loro parco macchine di proprietà. Possono quindi proporre tariffe molto più vantaggiose. Se invece siamo noi, come privati cittadini, a rivolgerci a una società per il noleggio di una piattaforma aerea, dobbiamo considerare il fatto che non basta affittare la macchina. Bisogna anche pagare qualcuno che la utilizzi perché occorre uno specialista e non possiamo farlo noi!

Lo stesso discorso può essere fatto per quanto riguarda la distanza da percorrere. Se la nuova casa si trova a diversi chilometri da quella vecchia che stiamo sgomberando, dobbiamo calcolare il costo della benzina e i numerosi viaggi che dovremmo compiere con la nostra auto per riuscire a trasportare tutto. Anche in questo caso, una ditta specializzata può offrirci un pacchetto comprensivo di più servizi a prezzi decisamente vantaggiosi. A conti fatti, quindi, vale sempre la pena chiedere un preventivo. Basta visitare il sito web della ditta per ottenerlo in modo gratuito e non impegnativo. Spesso e volentieri, dopo averlo chiesto, ci si rende conto che si risparmia addirittura, non solo tempo e fatica, ma anche denaro!

alessia ruggieri

(LucidaMente, anno XIII, n. 154, ottobre 2018)

Print Friendly