Investire in metalli preziosi, dall’oro ai diamanti

In periodi di crisi o incertezze economiche, i beni rifugio garantiscono i nostri risparmi. E non va trascurato l’argento, più alla portata di tutti

Nei momenti di crisi finanziaria diffusa è sempre a loro che si tende a guardare, ai metalli preziosi; sarà per la capacità che hanno di mantenere la propria quotazione, di funzionare quindi, come si suole dire in questi casi, da riserva di valore, o sarà per l’appeal che hanno sempre avuto sugli investitori, fatto sta che l’interesse intorno a loro cresce in modo costante. Si parla di un mercato molto vasto e articolato al cui interno sono presenti metalli di ogni genere: ovviamente non tutti hanno le stesse peculiarità o sono affidabili allo stesso modo; una diversificazione è più che mai appropriata per distinguere e valutare al meglio. Vediamo quali sono i metalli più importanti sui quali investire con relativi punti di forza.

4-oro-lingotto-lingotti[1]L’oro e l’argento
I primi che vengono in mente sono oro e argento, rigorosamente in ordine di importanza. Il prezioso metallo giallo è una sicurezza da sempre, riserva di valore, meta prediletta nei momenti di crisi da parte di migliaia di investitori che non vogliono mettere a repentaglio i propri risparmi e che siano quindi alla ricerca di un porto sicuro. Se le virtù dell’oro sono note, meno si conoscono quelle dell’argento, altro bene rifugio di più recente scoperta. Entrambi versatili, durevoli nel tempo, resistenti agli agenti chimici e atmosferici e dotati di un elevato valore intrinseco, hanno differenze in quanto a valore: l’argento ha un prezzo ovviamente inferiore rispetto all’oro. Motivo che lo rende anche un bene rifugio maggiormente accessibile.

113.6-diamanteInvestire in diamanti
Accanto ai due metalli preziosi più noti e più ricercati dagli investitori si sta facendo strade negli ultimi tempi una nuova tendenza: quella di investire in diamanti. Pietre preziose e brillanti che da sempre esercitano un grande fascino sugli uomini. Ultimamente le quotazione diamanti sono diventate piuttosto interessanti e molti investitori hanno messo gli occhi sopra a questi preziosi. Un’idea interessante ma che richiede alcune accortezze: su tutte, i diamanti da investimento sono diversi da quelli che si trovano nelle comuni gioiellerie in quanto sono nudi, non incastonati in oro o altri metalli. Prima di acquistare un diamante si deve controllare la certificazione: in Italia l’organizzazione che le rilascia è l’Igi, ovvero l’Istituto gemmologico internazionale. Prima di acquistare diamanti per investimento, massima attenzione alla loro autenticità, oltre che alla valutazione.

sara spimpolo

(LucidaMente, anno XIV, n. 164, agosto 2019)

Print Friendly