I migranti di don Massimo a Vicofaro nel reportage “Umanità dimenticata”

Il documentario del videomaker Gianmarco Caroti, per la regia di Alessandro Gori, racconta una storia di solidarietà sociale, oltre ogni barriera

18-migranti-VicofaroDal 2015, nella chiesa di Santa Maria Maggiore di Vicofaro (Pistoia), il parroco Massimo Biancalani accoglie ospiti, in gran parte africani. E oggi sono oltre duecento. Il lavoro in nero nelle industrie tessili di Prato, le difficoltà per trovare una casa in affitto, le speranze per il futuro: in un documentario le testimonianze di chi, pur di non dormire in strada, arriva da don Massimo a chiedere un materasso in canonica. Il reportage Umanità dimenticata, del videomaker Gianmarco Caroti, con la regia di Alessandro Gori, su tale straordinaria esperienza di concreta solidarietà umana e sociale, è visibile a questo link.

Della vicenda avevamo già parlato su LucidaMente nell’articolo Il Cas di Vicofaro e la sua umanità dimenticata.

Edoardo Anziano

(LucidaMente, anno XV, n. 171, marzo 2020)

Print Friendly