“Avanti, una nuova Italia!” (Bologna, 3-11 settembre 2011)

Presso la Festa nazionale socialista ogni giorno dibattiti politici di alto livello. Presente anche una delegazione di giovani laburisti norvegesi scampati alla strage di Utoya

Quest’anno la Festa nazionale socialista si svolgerà a Bologna, dal 3 all’11 settembre prossimi, e sarà caratterizzata dallo slogan “Avanti, una nuova Italia!”, a prefigurare una nuova stagione politica per il centrosinistra e il Partito socialista italiano.

Lo spazio dedicato alla festa, che si terrà a Borgo Panigale (tra viale Togliatti e via Salvemini), ospiterà interessanti occasioni di confronto tra le forze politiche di maggioranza e di opposizione e vari momenti di approfondimento e riflessione su temi di maggiore attualità dell’agenda politica nazionale: dalla questione relativa alla preoccupante crisi economica che attraversa in questi mesi il Paese, al tema del federalismo, delle pari opportunità, della sempre crescente e allarmante precarizzazione del lavoro, alla problematica relativa ai costi della politica, tema caro al Psi guidato dal suo leader, Riccardo Nencini, che ha lanciato per tutto il mese di agosto una campagna in rete per abbattere gli sprechi dei costi della politica.

La Festa nazionale socialista sarà anche occasione per analizzare la situazione di crisi del Governo, nell’intento di fornire proposte e contributi per una valida alternativa dell’area riformista di centrosinistra.

Tra gli ospiti del segretario nazionale socialista Riccardo Nencini, il leader del Partito democratico Pier Luigi Bersani e il vicesegretario Enrico Letta, l’ex guardasigilli e neosegretario del Popolo della libertà Angelino Alfano, il leader dell’Unione di centro Pier Ferdinando Casini, Italo Bocchino e Benedetto Della Vedova di Futuro e libertà per l’Italia, Leoluca Orlando, portavoce di Italia dei valori, i deputati radicali Rita Bernardini e Maurizio Turco, il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, Virginio Merola, Matteo Renzi e altri sindaci delle maggiori città italiane.

Sarà anche presente una delegazione di rappresentanti dell’Auf (Arbeidernes UngdomsFylking, l’associazione dei giovani laburisti norvegesi), i quali verranno ospitati dal Psi e dalla Fgs, Federazione dei giovani socialisti, per condividere con loro il ricordo delle vittime dei terribili avvenimenti del Summer Camp nell’isola di Utoya, in un evento dal titolo Nel nome della Rosa.

Alla festa socialista non mancheranno occasioni di dibattito culturale – come l’appuntamento giornaliero con “La Biblioteca del Riformista” – che saranno animate da dirigenti del Psi, illustri ospiti del mondo universitario, della cultura e del giornalismo.

Ancora, all’interno della festa sarà allestita una mostra fotografica a cura della fondazione “Anna Kuliscioff” di Milano, che farà ripercorrere la storia del socialismo italiano dal 1889 all’avvento del fascismo.

Vari gli spazi dedicati a ristoro, librerie, musica e serate danzanti, wi-fi free.

Per gli aggiornamenti sul programma della festa:

http://www.partitosocialista.it/Portals/PartitoSocialista/Documents/ProgrammaFesta01.pdf

http://www.partitosocialista.it/Portals/PartitoSocialista/Documents/FestaNazionaleSocialista.htm

Per gli eventi dello Space giovani:

http://www.spacegiovani.it/programma/

(g.p.)

(LucidaMente, 5 agosto 2011)

Print Friendly