DALL'EMILIA-ROMAGNA, TEMATICHE CIVILI|2 ottobre 2011 17:55

Bologna: voce ai silenti (contributi)

Il 6 e l’8 ottobre protesta radicale contro «una truffa del sistema previdenziale italiano»

Dopo i tavoli tenuti a Bologna per tutta la giornata di sabato 1 ottobre in piazza Re Enzo (all’altezza del cinema Arcobaleno) e in via Indipendenza (angolo via Righi), anche questa settimana l’Associazione Radicali Bologna si mobilita per chiedere la restituzione dei contributi silenti, considerati «la grande truffa del sistema previdenziale italiano». Di che si tratta?

I contributi “silenti”, sono quei contributi previdenziali che non danno luogo alla maturazione di un corrispondente trattamento pensionistico, per cui chi li ha versati li perde. L’iniziativa, pertanto, si pone l’obiettivo di ottenere la calendarizzazione e la discussione entro la fine dell’anno della proposta di legge radicale (primo firmatario Maurizio Turco) che vuole introdurre il diritto alla restituzione dei contributi silenti a beneficio di chi li ha versati.

In questa situazione si trovano soprattutto precari, parasubordinati, liberi professionisti non iscritti a un Ordine professionale, e tante donne che dopo alcuni anni hanno dovuto lasciare il lavoro per dedicarsi agli anziani e ai figli. Milioni di persone che non avranno una pensione, o ne prenderanno una di poche centinaia di euro. Secondo le stime più recenti, solo per fare qualche esempio, un collaboratore parasubordinato che oggi ha 25 anni, quando andrà in pensione – se ci andrà – subirà una perdita del tenore di vita del 41,4%; un infermiere libero professionista, del 68,8%; un ragioniere, del 72,9%; un operaio o impiegato di azienda privata, del 30,9%; un biologo o un chimico, del 68,9%.

Giovedì 6 ottobre, dalle 10 alle 13, è previsto un presidio davanti all’Inps di Bologna (via Gramsci 6). Si tratta di un’iniziativa nell’ambito della Seconda giornata nazionale dei contributi silenti, promossa, come la prima del 20 maggio scorso, da Radicali italiani e dall’Ancot (Associazione nazionale consulenti tributari), a cui si sono aggiunti per questa occasione il Colap (Coordinamento libere associazioni professionali) e Il Giornale delle Partite Iva.

Sabato 8 ottobre si replica coi tavoli di raccolta firme, dalle 10 alle 14 in piazza Re Enzo (all’altezza del cinema Arcobaleno) e dalle 15 alle 20 in via Indipendenza (angolo via Righi).

Per ulteriori informazioni:

www.radicalibologna.it

www.facebook.com/radicalibologna

339-8150231 (Monica Mischiatti)

(r.t.)

(LucidaMente, 3 ottobre 2011)

Print Friendly