INTERVENTI|5 ottobre 2011 21:00

Ennio Di Francesco: Italiani onesti e pazienti, indigniamoci!

I politici saranno sommersi da un apocalittico disprezzo

Abbiamo già più volte parlato di Ennio Di Francesco, ex “commissario scomodo” (vedi La battaglia di un poliziotto per giustizia e democrazia ed «Era una specie di kapò dei trans di via del Campo»), in prima linea nei difficili anni di lotta per la democratizzazione delle forze di Polizia.  Ospitiamo quindi con enorme piacere un suo intervento sull’attuale degrado politico del nostro Paese.

Chi con ampolla padana e verdi armate minaccia la fine dell’unità d’Italia! Chi agita lo spettro del morto che può scapparci! Chi da ville dorate o case non pagate impone incubi e sacrifici agli altri! Chi circondato da faccendieri e mercenarie vanta prestazioni sessuali in un paese, a suo dire, di merda! Chi mercanteggia su tutto, appalti, lavoro, terremoti, salute, morte, dignità…!

Sul teatrino della politica gli “eletti” prendono in giro gli Italiani onesti che con quotidiana fatica reggono questo tormentato paese. A tutti loro che debbono subire, nonostante la rabbia dentro, con amara pazienza questa politica ipocrita e squallida va il ringraziamento di tutti. Essi hanno memoria di dove portò e porterebbe l’esasperazione: gli anni recenti lo hanno insegnato! Il sangue di ogni vittima sui fronti contrapposti di odio e di rabbia è stato e sarà sempre dello stesso colore. Il dramma delle famiglie è stato e sarà sempre identico. Questa cupa memoria é il doloroso antivirus contro un’analoga deriva che qualcuno volutamente o inconsciamente desidera.

Può scapparci il morto?! A Lampedusa, per i cantieri della TAV, dinanzi al parlamento, nelle fabbriche, nelle piazze, nelle scuole…? Dove, oltre a quelli che muoiono per lavoro nero, droga, criminalità organizzata e diffusa, omicidi stradali, malasanità, disperazione, emigrazione nelle bare del mediterraneo, per fame ogni minuto? Ogni giorno, mentre “gli eletti” discettano di pace, talora benedetti dal porporato con al collo la croce in oro massiccio! Indigniamoci tutti, senza mai cadere nella trappola di chi semina odio e violenza! Un apocalittico disprezzo li sta già sta sommergendo. Grazie agli Italiani onesti amaramente pazienti di ogni giorno.

Ennio Di FrancescoPresidente dell’Associazione Emilio Alessandrini (www.enniodifrancesco.it)

(LucidaMente, 5 ottobre 2011)

Print Friendly