Post Tagged with: "sovraffollamento"

Lunedì 25 luglio: Lasciate CIEntrare

Lunedì 25 luglio: Lasciate CIEntrare

0 / 22 luglio 2011 21:45

Manifestazioni-presidio in varie città italiane per denunciare l’assoluto stato di illegalità di Cie e Cara. Il comunicato dei promotori

“Se tu vivessi in una cella”

“Se tu vivessi in una cella”

1 / 21 luglio 2011 12:46

Videoinchiesta dell’Associazione Progrè di Bologna sull’orrore carceri

Dossier carceri italiane: in spregio dei diritti umani

Dossier carceri italiane: in spregio dei diritti umani

0 / 21 luglio 2011 00:26

Protesta, dibattito, proposte: una giornata di denuncia a Bologna. E, i prossimi 28 e 29 luglio, importante convegno a Roma con Napolitano, Schifani e Pannella

Mario Staderini: Carceri, non c’è democrazia

Mario Staderini: Carceri, non c’è democrazia

0 / 6 luglio 2011 12:31

Mario Staderini, segretario di Radicali italiani, interviene sulla preoccupante situazione delle carceri in Italia. È un problema umanitario e giuridico. La tragedia sociale avviene giorno e notte. Voi parlate di vera e propria tortura. Perché? «Abbiamo in Italia 206 carceri […]

Carceri: solo la morte può liberarti dalla sofferenza

Carceri: solo la morte può liberarti dalla sofferenza

2 / 1 luglio 2011 19:36

La drammatica testimonianza di un detenuto: i suicidi nelle invivibili prigioni italiane… e a pochi importa

In Italia si sta proprio bene, in carcere

In Italia si sta proprio bene, in carcere

0 / 11 giugno 2011 01:14

Nel nostro Paese, si sa, secondo un logoro luogo comune, “in carcere non ci finisce nessuno”! Se, poi, proprio perché uno vuole, si ha la fortuna di essere detenuti, secondo un altro celebre adagio, si sa ancora, “è una pacchia”: […]

Malagiustizia: “Tutti dentro!”

Malagiustizia: “Tutti dentro!”

0 / 14 giugno 2009 00:00

Non si condanna abbastanza? Anche troppo! E a “pagarla” sono solo i poveracci…

La malagiustizia ed Enzo Tortora

La malagiustizia ed Enzo Tortora

0 / 2 giugno 2008 00:00

Ne parla il libro “Applausi e sputi” (Sperling & Kupfer) di Vittorio Pezzuto. Ma, da allora, che cosa è cambiato?